Quando conviene richiedere un prestito personale?

Ti stai chiedendo quando conviene chiedere un prestito personale poiché hai le idee confuse? Effettivamente ci sono momenti in cui una famiglia o un singolo individuo necessita di liquidità immediata. Ma questo è sufficiente per fare domanda ad un ente finanziario o gruppo bancario?

Non esiste una regola standard, ma ci sono dei casi da analizzare minuziosamente in quanto potresti accorgerti di poter ovviare ad una richiesta di finanziamento oppure farne domanda esplicita per una urgenza.

3 Casi in cui conviene chiedere un prestito personale

Prima di spiegarti quanto conviene chiedere un prestito personale, ci teniamo a sottolinearti il suo significato. Questa tipologia di finanziamento prevede (previa idoneità tramite le dovute garanzie) l’erogazione di una determinata somma di denaro da poter ottenere senza specificarne il motivo.

Alcuni portali specializzati, come quello di prestitiperte.com, offrono la possibilità di approfondire il discorso prestiti online in modo del tutto gratuito.

Devi affrontare una spesa essenziale?

Alla domanda “quando conviene fare un finanziamento?” ti risponderemmo senza dubbio, quando c’è reale esigenza. Spesso si omette che il prestito non è altro che un debito, che prima o poi dovrai saldare. Ma sei sicuro di averne bisogno?

Molte famiglie italiane potrebbero accantonare un budget mensile da usufruire successivamente per compiere l’acquisto del prodotto o servizio di cui ha realmente bisogno. Se i fondi fossero quasi a zero o ci fosse il bisogno di preservare capitale, allora il finanziamento avrebbe un senso.

La rate e tassi di interesse sono alla tua portata?

Per poter decretare la convenienza di un prestito è bene leggere attentamente le sue condizioni contrattuali. Un finanziamento ha dei costi che dovrai affrontare, fattore di cui probabilmente non hai tenuto considerazione.

Qualche esempio?

  • TAN: si tratta del Tasso Annuo Nominale, una spesa per coprire il tasso di interesse che i gruppi bancari applicano alle rate che serviranno successivamente per saldare mensilmente il tuo debito. Più il suo valore è basso, maggiore sarà la convenienza del finanziamento.
  • Spese accessorie: sono quei costi che non sono strettamente legati al rimborso del prestito o al pagamento degli interessi. Assicurati di leggere nel contratto tale voce e il suo ammontare.
  • Assicurazione: alcune banche o finanziarie inseriscono la polizza obbligatoria, altre volte facoltativa. Controlla sempre tale condizione e accertarti di quanto inciderà sul tuo prestito personale.

Non cadere nei tranelli

Sul web circolano tantissimi sciacalli pronti a farti credere che sei arrivato al posto e al momento giusto per poter chiedere un prestito personale. Questo accade perché a causa della tua esigenza economica, i truffatori ne approfitteranno invogliandoti di affidarti a loro proponendoti condizioni surreali.

Zero spese accessorie, TAN molto basso rispetto al mercato e addirittura l’erogazione di liquidità in solo 24 ore. Ci dispiace deludere le tue aspettative, ma queste sono promesse utopistiche.

Anche con la miglior garanzia di questo mondo, le banche dovranno seguire un iter burocratico specifico prima di concederti il prestito.

Non rovinarti per chiedere un prestito personale non necessario

Quando conviene chiedere un prestito personale? Quando hai realmente disponibilità di poterlo fare (sia per la possibilità di poter saldare il debito che avendo delle garanzie come una busta paga e un contratto di lavoro sicuro) e soprattutto riconoscendo la comprovata esigenza.

Assicurati sempre di leggere tutto ciò che si trova in un contratto di un finanziamento personale, poiché ogni informazione ti sarà sempre utile in futuro. Ci teniamo a ricordarti che dovrai prestare molta attenzione ai tassi di interesse e alle spese accessorie.

Hai mai provato a richiedere un finanziamento personale? Se ti va, con un commento raccontati la tua esperienza oppure chiedici un consiglio e saremo lieti di aiutarti.