Cosa sono gli aminoacidi?

Ott 08, 19 Cosa sono gli aminoacidi?

Gli aminoacidi sono sostanze organiche fondamentali per la corretta funzionalità del nostro organismo. Essi, infatti, intervengono in vari processi metabolici delle cellule e sono componenti essenziali delle proteine, che vengono utilizzate a loro volta per la crescita, lo sviluppo e le varie attività di organi e tessuti durante tutto l’arco della vita. Da un punto di vista puramente chimico gli aminoacidi si chiamano così perché contengono un gruppo aminico basico -NH2 ed un gruppo carbossilico acido +COOH (https://www.focus.it/scienza/scienze/che-cosa-sono-gli-amminoacidi).

Tipologie di aminoacidi

Come accennato gli aminoacidi sono le strutture di base che formano le proteine, proprio come fossero dei piccoli mattoni che si uniscono in vari modi per creare differenti sequenze, che corrispondono alle proteine. Il numero degli aminoacidi attualmente individuati in natura è altissimo e supera i 500, tuttavia per la sintesi proteica ne sono necessari solamente venti.

Comunemente essi vengono suddivisi in aminoacidi essenziali ed aminoacidi non essenziali. I primi sono quelli che l’organismo umano non riesce a produrre autonomamente, per cui devono essere assunti attraverso l’alimentazione. Essi sono precisamente otto, ovvero: lisina, leucina, treonina, metionina, triptofano, isoleucina, valina e fenilalanina. Gli aminoacidi non essenziali, invece, sono sintetizzati dall’organismo in modo autonomo nella necessaria quantità.

Ogni aminoacido interviene in vari processi metabolici. Valina, leucina ed isoleucina, come sanno molto bene gli atleti, formano i BCAA, cioè gli aminoacidi a catena ramificata utilizzati direttamente dai muscoli nel metabolismo dell’azoto e nella sintesi di proteine. La lisina è importante, invece, per mantenere l’elasticità della pelle oltre ad avere un ruolo primario nell’assorbimento del calcio e nel supportare il sistema immunitario. La fenilalanina è un importante precursore di neurotrasmettitori, mentre la metionina interviene nella mobilità delle articolazioni e nel buon funzionamento del fegato.

Esiste, poi, una terza categoria di aminoacidi, che non è necessario introdurre con integratori o con l’alimentazione perché l’organismo in genere li produce autonomamente. Sono quelli definiti condizionatamente essenziali, perché in determinate situazioni fisiologiche, la loro quantità può non essere sufficiente, per cui bisogna assumerli con la dieta. È il caso, ad esempio, dell’arginina, della glutammina, della tirosina e della glicina; alcuni di questi aminoacidi sono importanti nel metabolismo muscolare e gli atleti, soprattutto i body builder, sono soliti assumere integratori appositi per aumentare le prestazioni.

Alimentazione ed aminoacidi

Come avviene in molti altri casi, un’alimentazione corretta e bilanciata è fondamentale per apportare al nostro organismo la giusta quantità di aminoacidi necessari alla sintesi delle proteine. Magari non tutti sanno come poterli assumere in modo adeguato, anche perché è fondamentale fare attenzione anche alla dieta dei bambini, che necessitano di un apporto corretto di queste sostanze per la loro crescita. Carne, pesce e latticini posseggono tutti gli aminoacidi essenziali mentre altri cibi non ne hanno a sufficienza oppure ne sono completamente sprovvisti.

Ogni pasto deve sempre assicurare un apporto bilanciato di aminoacidi. In ambito vegetale, il germe di grano, i legumi e la frutta con guscio contengono elevate quantità di leucina, valina, lisina, triptofano ed altri aminoacidi essenziali. In alcuni casi ed in regimi alimentari particolari, è opportuno ricorrere ad integratori specifici che vanno a colmare un eventuale squilibrio legato alla dieta. Va detto, poi, che anche il cioccolato fondente è stato rivalutato dai nutrizionisti perché contiene aminoacidi, per cui un pezzetto al giorno è consigliabile.

La dieta mediterranea in genere, comunque, se seguita con attenzione e variando i cibi nell’arco della settimana, è stata riconosciuta perfetta per mantenere l’organismo in buona salute.