Fedi nuziali: perché si indossano sull’anulare sinistro

Dic 24, 19 Fedi nuziali: perché si indossano sull’anulare sinistro

Una coppia innamorata che decide di convolare a nozze vive le sue emozioni a 360 gradi. Sicuramente però il massimo della commozione arriva sull’altare quando avviene lo scambio delle fedi nuziali. Ma perché gli anelli dell’amore eterno si indossano solo all’anulare sinistro?

L’emblema dell’amore

La fede è il simbolo per antonomasia di un amore che dovrebbe durate per sempre. È infatti considerato  il momento clou di tutta la cerimonia, quando dinanzi ad ospiti e dinanzi a Dio, con quello scambio di anelli si giura di rimanere l’uno al fianco dell’altro per la vita

Qualunque sia la sua portata, qualunque sia il suo colore, la fede è il simbolo del desiderio di unione e di condivisione con l’anima gemella. Anche il dito su cui si indossa ha un suoi valore simbolico, che risalire ai tempi remoti, e che non vale certo al livello universale per tutti.

La storia dell’anulare sinistro

Il termine anulare deriva dal latino e significa anello, quindi già solo questo potrebbe stare a significare che rappresenta il dito perfetto per indossare una fede. Tuttavia la tradizione della fede sul penultimo dito della mano sinistra ha origini remoti. Secondo la storia infatti, già gli antichi egiziani porta ano la fede nuziale lì, perché convinti che in quel dito passasse una vena che arrivava dritto al cuore.

A questo punto l’uso della fede arriva fino al culto barbarico. Il popolo usava infatti l’anello per rappresentare la sottomissione e la promessa che legano un uomo e una donna. L’avvento del cristianesimo permise a vecchi usi di entrare a far parte della tradizione religiosa cristiana, in quanto l’anulare sinistro è il dito toccato dal sacerdote dopo i primi tre durante la preghiera del Padre – Figlio – Spirito Santo.

Il culto dell’anello dea scambiare e da portare al dito durante il matrimonio trova la sua massima espressione intorno al 1500. Inoltre, nel secolo successivo,  gli anelli venivano anche incisi al loro interno con il nome degli sposi. Fino ad allora il matrimonio si celebrava privatamente, e l’importanza dell’unione  era data da un contratto firmato da un notaio. Forse alla base della scelta della mano sinistra c’è anche una esigenza pratica, in virtù del fatto che la !ano sera viene usata per ogni azione quotidiana e molto più di sua sorella.

Le credenze orientali

Secondo una credenza cinese si pensa che ogni dito della mano sia strettamente correlato ad una persona che amiamo. Il mignolo è il dito dei figli, il medio è il dito che rappresenta noi stessi. E poi ancora il pollice è il dito dei genitori, l’indice quello di fratelli e sorelle, mentre l’anulare è il partner.

Appare quindi evidente lo stretto legame esistente tra la fede, l’amore e gli sposi, che durante il rito religioso si impegnano a mantenere equilibrata l’Unione matrimoniale. Anche per questo il simbolo è dato dall’anello di forma circolare.

Come già detto però non è una usanza universale, e non tutti portano la fede al penultimo dito della mano sinistra. Al nord Europa, e in Spagna, ad esempio, si porta sulla !ano destra, mentre in India c’è l’uso durante la cerimonia di mettere un anello per ogni dito della mano.