Sanificazione ad ozono: che cos’e’?

Mar 02, 20 Sanificazione ad ozono: che cos’e’?

Gli ultimi studi e sperimentazioni hanno permesso di eliminare o ridurre al minimo le sostanze chimiche adibite alla sanificazione e alla disinfezione degli ambienti, in favore di una sostanza che è comunemente rilasciata subito dopo i temporali e che regolarmente respiriamo senza intoppi: l’ozono.                                                                                                                  Questo gas ha la capacità di sterminare acari, virus, batteri, muffe presenti negli ambienti industriali e domestici, se adeguatamente gestito da un’azienda specializzata che ha prontamente realizzato macchinari in grado di ricreare l’ozono e rilasciarlo nell’ambiente per la sua sanificazione completa.

 

Come avviene una sanificazione ad ozono?

 

Per la sanificazione totale di un ambiente non occorre molto tempo, ma certamente questa deve essere effettuata con l’ausilio di mezzi appositi e di personale specializzato.                                                                                          Una sanificazione ad ozono non ha bisogno che i mobili contenuti all’interno dell’ambiente interessato siano coperti ed il gas rilascia la stanza in modo ordinato dopo essere stato attivato.                                                      Vengono identificati i confini del luogo di interesse e poi viene rilasciata una quantità congrua di ozono da cannoni speciali che sono stati ad oggi brevettati.                                                                                                            L’ozono penetrerà in ogni interstizio, eliminando acari, batteri e virus da tutti gli anfratti in pochi minuti.                                                                      Anche la presenza di odori di cucina e di tabacco vengono eliminati, donando all’ambiente un odore fresco e naturale.                                      L’ozono, a seguito dell’operazione di sanificazione, si tramuta in ossigeno puro, non rilasciando alcun tipo di residuo nell’aria o sulle superfici che sono state disinfettate.

 

L’efficacia della sanificazione con l’ozono

 

Senza l’ausilio di agenti chimici che possono risultare aggressivi nei confronti dei polmoni umani e che possono essere davvero difficili da eliminare nel tempo, l’ozono manifesta la sua efficacia al 99,99% di sanificazione ambientale.                                                                          L’eliminazione di acari, batteri, virus, muffe ed odori anche pungenti, lo rende uno strumento utile per la disinfezione anche di ambienti importanti, come ad esempio le sale operatorie.                                                                        Per queste ragioni l’ozono è stato definito dal Ministero della Sanità come un presidio naturale per la sterilizzazione degli ambienti.                                Per queste ragioni l’ozono è un mezzo che viene utilizzato per la sanificazione di diversi tipi di ambiente: può infatti giovare a luoghi domestici di tutte le dimensioni o a luoghi industriali, anche lavorativi.

 

Vantaggi dell’utilizzo della sanificazione all’ozono

 

Fra i vantaggi riscontrati dall’utilizzo dell’ozono come mezzo della sanificazione ambientale vi sono: la deodorazione dell’ambiente dove esso viene rilasciato, poiché elimina qualsiasi tipo di odore, compreso tabacco o odore chimico; la riduzione delle sostanze chimiche solitamente utilizzate per la sanificazione con conseguente riduzione di emissioni inquinanti e dannosi per l’uomo; la semplificazione delle misure di sanificazione anche al livello dimostrativo ministeriale, come l’adempimento delle norme HACCP, un aumento repentino degli standard di sicurezza igienici raccomandati anche a mezzo di certificazione; la riduzione dei consumi idrici, che vengono spesso utilizzati per il risciacquo delle superfici a seguito dell’utilizzo di sostanze chimiche, perché l’ozono non ha assolutamente bisogno di essere risciacquato essendo un gas; l’aumento della resa di depuratori d’aria all’interno degli ambienti al chiuso, a prescindere dalla grandezza degli stessi.                                                              Ed ultimo, ma primo fra i vantaggi, l’eliminazione totale di acari, batteri, virus e muffe di qualsiasi genere, a prescindere dalla loro posizione nascosta ed ostile.

In generale l’utilizzo dell’ozono è concesso anche per la conservazione degli alimenti nell’atto di trasformazione dell’acqua in potabile.    Fortunatamente gli studi hanno approfondito anche altri aspetti di questa preziosa sostanza, arrivando anche a concludere e a brevettare strumenti atti alla sanificazione, nell’interesse di un sempre crescente bisogno di igienizzazione.                                                                                                            La conseguenza di queste scoperte, riguarda la creazione e la realizzazione di macchinari in grado di produrre autonomamente il gas ozono e rilasciarlo nell’ambiente desiderato a seconda dei compiti da affrontare.