Ascensore obbligatorio quando installarlo

Lug 31, 20 Ascensore obbligatorio quando installarlo

Ascensore obbligatorio quando installarlo? Questo è il tema che trattiamo in questo articolo e ti consiglio di leggere il contenuto fino alla fine per avere una panoramica chiara ed ampia su questo argomento in cui ci sono aggiornamenti costanti.

 

L’ascensore è obbligatorio quando c’è un edificio residenziale di nuova costruzione sviluppato su tre livelli o più. La norma è presente nella tabella riepilogativa sulla normativa riguardante gli ascensori ed è obbligatoria per garantire la mobilità verticale dei futuri residenti.

 

Un edificio di vecchia costruzione superiore a 3 piani non ha l’obbligo di installare un ascensore sé costruito prima del 1989. Da quell’anno in poi tutti gli edifici residenziali devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Avere dello spazio sufficiente per installare l’ascensore o un elevatore alternativo in caso di impianti volti al superamento di barriere architettoniche come servoscala o montascale.
  • Ogni unità immobiliare deve avere un accesso facilitato che non sia limitato da altre strutture appartenenti a al condominio o a terzi.
  • Ogni piano deve essere raggiungibile da scale interne, esterne o da un impianto verticale che possa sostituire una scalinata.
  • L’ascensore è obbligatorio quando sono costruiti edifici superiori a 3 piani di nuova realizzazione.

 

Ascensore obbligatorio quando ci sono disabili

La legge del 9 gennaio 1989 ha rivoluzionato il mondo degli elevatori e tra le note più importanti c’è quella che garantisce a tutti i disabili ed invalidi di potere installare un ascensore per disabili in condominio e in edifici storici.

Anche senza il consenso del resto dei condomini il disabile può scegliere di installare un qualsiasi elevatore per disabili all’interno della palazzina ed esserne l’unico proprietario.

C’è una limitazione a questa legge che favorisce l’abbattimento delle barriere architettoniche e si verifica quando una persona con problemi di deambulazione ha una disabilità che non è riconosciuta dallo Stato perché troppo lieve, ad esempio.

In questo caso l’ascensore si può installare solamente con la maggioranza dei condomini o con il permesso del comune in caso di edificio storico.

 

I vantaggi di un ascensore in casa  e in condominio

I vantaggi di un ascensore in casa e in condominio sono moltissimi per tutti i residenti e per gli ospiti che vengono a trovarti.

Quando un ascensore è obbligatorio che sia installato tutti i proprietari dell’unità immobiliare hanno un vantaggio monetario poiché l’appartamento aumenta di valore e può essere anche più facile da affittare nel caso sia posizionato nei piani più elevati della palazzina.

Infatti un grande edificio con ascensore, sviluppato su più piani, permette di raggiungere facilmente tutti i livelli e anche gli anziani non hanno necessità di un’abitazione al piano terra.

Per chi non è solo proprietario ma è anche residente, avere a disposizione un ascensore significa poter trasportare piccoli carichi fuori casa ed entrare ed uscire dalla palazzina con estrema facilità senza dover fare le scale che dopo una lunga giornata di lavoro possono essere davvero terribili.

 

Ascensore obbligatorio quando pagare le tasse?

Quando l’ascensore è obbligatorio ci sono comunque tasse da pagare?

L’ascensore non prevede delle tasse da pagare per la sua installazione, manutenzione o ammodernamento.

Nella maggior parte dei casi, viene chiamata tassa la manutenzione ordinaria semplicemente perché è obbligatoria e viene svolta due volte all’anno da tecnici ascensoristi provvisti di apposito patentino che permette di intervenire sugli elevatori nelle situazioni di verifica.

La manutenzione ordinaria non è una tassa ma operazione da svolgere per garantire il corretto funzionamento dell’impianto e la massima sicurezza alla persona che viaggia in ascensore.

Se desideri maggiori dettagli abbiamo scritto un articolo chiarificatore sulle tasse ascensore e le novità del 2020.