Imprenditori edili di successo: Alberto La Rocca da Sora in provincia di Frosinone

Lug 08, 18 Imprenditori edili di successo: Alberto La Rocca da Sora in provincia di Frosinone

La storia

Più che cronaca narrata quella di Alberto La Rocca sembra una bella favola, un percorso di vita benedetto da Dio, un esempio di volontà e di perspicacia da raccontare ai giovani per infonder loro fiducia nel proprio futuro, trasmettendo il messaggio che la volontà e la saggezza sono qualità che permettono il superamento di qualsiasi ostacolo.

Alberto La Rocca nasce a Sora in provincia di Frosinone il 23 Luglio 1949, figlio di un piccolo imprenditore edile Gaetano, che operò principalmente negli anni della ricostruzione post bellica. A Sora vive la sua gioventù, si diploma al Liceo Scientifico Baronio nel 1974 per poi partire alla volta di Pisa, dove intraprende gli studi universitari di ingegneria. Ma dopo qualche anno e pochi esami sostenuti, intuisce che la sua vita doveva essere consacrata all’edilizia e subito, non una volta divenuto ingegnere.

Rinuncia agli studi e parte per il servizio di leva, come era regola in quegli anni il servizio militare veniva posticipato solo in caso di regolari studi universitari. Alberto La Rocca approfitta della ferma per diplomarsi geometra e una volta terminato il periodo militare, entra finalmente nel settore edile, sulle orme del padre.

Siamo nel 1984, La Rocca fonda una ditta sua la Delta Lavori Srl, rileva l’azienda paterna e inizia ad effettuare lavori prima in zona, poi pian piano allarga il suo raggio d’azione alle regioni limitrofe per poi divenire una solida realtà in ambito nazionale.

La diversificazione

Se Alberto La Rocca non fosse stato il visionario imprenditore che ha dimostrato di essere, probabilmente sarebbe diventato uno dei tanti palazzinari di cui l’Italia è piena, ma le sue ambizioni lo trascinavano da un’altra parte. L’edilizia residenziale fu solo la rampa di lancio della sua azienda, che presto andò diversificandosi, occupando settori prestigiosi come la viabilità, l’idraulica, i lavori portuali e il settore dei grandi restauri. Un’edilizia di qualità dunque, che colloca la sua impresa tra le rispettabili big di un mercato prestigioso e fuori dal banale circuito delle costruzioni abitative.

Delta Lavori S.p.A. ha operato sul SALT, nei principali porti italiani, ha costruito il viadotto di Genova, le ferrovie di Appulo, restaurato l’ambasciata lituana, villa Canaro a Gonzaga, villa De Moll in Emilia Romagna, villa Carsoli all’Aquila, l’antico acquedotto idraulico-forestale di Valle Querce a Fondi (LT) e tantissimi altri.

Nel 2003 la sua azienda diventa una S.p.A. e lui ne diviene a giusto titolo l’A.D., posizione dalla quale si dimette qualche anno dopo consegnando la poltrona al figlio Gaetano, a sua volta imprenditore edile di terza generazione.

Le associazioni di categoria

Alberto La Rocca ha sempre mantenuto vivi i rapporti con le associazioni di categoria, grazie alle quali si è costantemente confrontato con i colleghi ed ha rivestito posizioni di rilievo negli anni, all’interno delle stesse.

Ha rivestito ruoli come Consigliere di amministrazione nella Cassa Edile di Frosinone, Presidente della sezione costruttori di Confindustria, presidente del C.d.A. di Fidurcel, C.d.A. di Confidimpresa, membro di ANCE Frosinone e Componente di ANCE Lazio, ruolo che tuttora riveste con passione e abnegazione.

La crisi finanziaria mondiale ha sconvolto un pò tutti i settori, l’edilizia in particolare ne ha sofferto più di altri, ma Alberto La Rocca ha tratto un vantaggio dalle avversità, rivedendo la gestione dei rischi e senza mai indietreggiare. Oggi tra personale operativo e amministrativo conta oltre 200 dipendenti, oltre a migliaia di consorziati nei vari cantieri.

Ultimamente la Delta Lavori Sp.A. si è aggiudicata due commesse ultra-milionarie in una gara europea, vincendo il confronto con big del settore e denunciando nel frattempo le ambizioni di carattere internazionale, che ormai la sua azienda va assumendo.