Perché fare trading online?

Nov 17, 17 Perché fare trading online?

Il termine Trading on line è, ormai, conosciuto da tutti. Guadagnare facile, da casa, senza alcuno sforzo apparente, come tanto pubblicizza internet, è decisamente allettante.

Molti guardano alla cosa con sospetto, spesso senza capire bene il meccanismo che regola il sistema.

Ma il trading on line rappresenta una cosiddetta “bufala” oppure no? vediamo di capirlo, analizzando nel dettaglio gli aspetti principali.

Che cosa è il Trading on line e come funziona

Ormai da diversi anni (e precisamente dal 1999, grazie al nuovo regolamento di attivazione del Testo Unico dei mercati finanziari, emanato dalla CONSOB) è presente in Italia un nuovo mercato finanziario virtuale basato su operazioni di acquisto e vendita in internet: tale mercato è conosciuto anche con il nome di TOL, acronimo di Trading on Line.

Tramite il TOL chiunque possieda un conto in banca ed un personal computer, può vendere e acquistare strumenti finanziari dal soggiorno di casa propria.

Grazie al Trading on line il soggetto può operare sul web nel mercato borsistico commerciando azioni (sia italiane che estere), futures, titoli di stato e titoli obbligazionari. E’, altresì, possibile commerciare in coppia di valute (cd. forex e opzioni binarie), oppure materie prime come, ad esempio, oro, petrolio e metalli preziosi).

Differentemente che nel passato, oggi, grazie al Trading on line, chi desidera investire in borsa potrà farlo direttamente da casa, cliccando sulla tastiera del PC.

Tale commercio virtuale è, inoltre, accompagnato dalla possibilità di controllare in tempo reale il monitoraggio dei titoli nonché l’andamento degli investimenti effettuati, tramite grafici settoriali.

Le diverse tipologie di Trading on Line

Il Trading on line si suddivide in diverse tipologie a seconda del genere di investimento che si vuole fare e del relativo periodo temporale.

Più nello specifico, si parla di

  • daily trading, ovvero operazioni finanziarie di acquisto e rivendita titoli effettuate nell’arco delle ventiquattro ore;
  • oper trading, ovvero movimenti finanziari effettuati in un arco di tempo imprecisato e casuale;
  • scalping trading, ovvero l’apertura e chiusura di posizioni su diversi prodotti finanziari, ed in particolare sulle azioni, effettuata in un arco di tempo minimo, pari appena a pochi minuti.
    Tra tutte le tipologie di trading on line, lo scalping ne rappresenta sicuramente la forma maggiormente speculativa.

Con il termine scalping si identifica, infatti, anche una particolare forma di operazione, da molti considerata fraudolenta, tramite la quale viene acquistato un titolo a breve termine e lo si rivende consigliandolo per l’acquisto a lungo termine ad una vasta categoria di investitori. In tal modo il titolo predetto sale velocemente di valore e chi lo rivende guadagna sensibilmente di più.

Come cominciare a fare trading on line

Va subito detto che per operare con il trading on line è assolutamente necessaria una preparazione di base.

Seppure non esista una vera e propria guida ufficiale sull’argomento, sono disponibili, comunque, una serie di testi che forniscono le necessarie informazioni per poter apprendere le diverse tecniche, dalle più basilari a quelle più avanzate. clicca qui per la guida

Un valido punto di partenza potrebbe essere la consultazione dell’Annuario del Trading Online Italiano, nel quale vengono accorpate tutte le risorse del mercato, dai broker alle piattaforme, o la libreria online specializzata proprio in testi di analisi tecnica e tecniche di trading online (cosiddetta Trading Library).
Chi investe nel trading on line, necessita, infatti, di:
– una buona conoscenza circa l’ analisi dei mercati;
– una valida strategia di investimento;

– un’ottima dose di auto controllo, al fine di saper gestire il rischio delle operazioni.
Una volta acquisite le necessarie conoscenze risulta indispensabile scegliere una piattaforma sulla quale operare: la scelta della piattaforma partner non deve mai essere superficiale in quanto, sovente, gli investitori principianti perdono ingenti somme di denaro proprio affidandosi a broker qualitativamente scarsi e accettando condizioni poco convenienti.

Perché fare Trading on line: vantaggi e rischi

Arriviamo quindi, all’argomento più spinoso: perché fare trading on line? ma, sopratutto, fare trading on line conviene davvero?

Per rispondere a questo interrogativo è necessario, in prima istanza, analizzare i vantaggi ed i rischi collegati all’operare nel mercato finanziario virtuale.

Lanciandosi in questa avventura ci si espone a dei rischi, inutile negarlo. Tali rischi si dividono in rischi direttamente legati al carattere del trader, rischi legati al broker e rischi di mercato.
Il più delle volte i rischi sono legati proprio al carattere del trader, che spesso non riesce ad avere il necessario self control e si lascia sopraffare dalle emozioni. I rischi legati al broker (ovvero le possibili truffe) possono, invece, essere facilmente contenuti, scegliendo con oculatezza la piattaforma ed il partner.

I rischi legati al mercato sono, purtroppo, inevitabili ma vengono compensati dagli alti, se non altissimi profitti, che è possibile conseguire.

In definitiva, maturando un approccio consapevole al trading on line, armandosi di tanta pazienza e curando gli aspetti più importanti, lo stesso rappresenta certamente un’ottima fonte di guadagno che, senza dubbio, vale la pena di essere considerata.