Rimedio contro l’eiaculazione precoce

Mar 14, 18 Rimedio contro l’eiaculazione precoce

Gli esercizi di Kegel sono assai utili contro l’eiaculazione precoce.

Riconosciuti anche in ambito scientifico, al punto da essere stati suggeriti agli uomini e alle donne a fronte di problemi relativi alla sfera sessuale e all’apparato urinario, questi esercizi si rivelano ideali per contrastare l’indebolimento del perineo e sostenere la sensibilità sessuale.

 

Esercizi di Kegel: le origini

 

Le origini degli esercizi di Kegel risalgono agli anni ’40 e furono proposti dal ginecologo americano, Arnold Kegel che aveva personalmente seguito diverse pazienti con incontinenza urinaria post-parto.

Illo tempore, vi era una sola soluzione per questo disturbo: l’operazione chirurgica, dove i muscoli venivano prima tagliati e poi ricuciti con l’intento di migliorare la gestione della minzione per via del tessuto cicatrizzare ispessitosi.

Questo ginecoloco trovò una via alternativa e senza bisogno di ricorrere all’operazione chirurgica. Insegnò alle donne a rafforzare i muscoli pelvici e a risolvere il problema dell’incontinenza urinaria.

Il motivo del miglioramento della situazione era che a fronte di maggiore forza nei muscoli pubococcigei, l’urina sarebbe stata più semplice da contenere.

Ma ci fu un’importante constatazione da parte delle donne che avevano eseguito questi esercizi: il miglioramento della soddisfazione sessuale delle donne.

Gli orgasmi oltre ad essere più frequenti erano anche particolarmente intensi.

 

Come possono aiutare gli uomini?

 

Solo di recente è venuto fuori che gli esercizi di Kegel sono di estrema utilità anche per l’apparato sessuale maschile, visto che la contrazione dei muscoli pubococcigei assicura un maggiore afflusso di sangue nella punta del pene, andando ad incrementare notevolmente l’energia sessuale.

Risultato?

Il problema dell’eiaculazione precoce viene risolto e al tempo stesso si accorciano i tempi di recupero fra due o più orgasmi.

 

In cosa consistono gli esercizi di Kegel?

 

Nella contrazione intenzionale dei muscoli del pavimento pelvico con l’intento di farli rafforzare, eleasticizzandoli ed evitandone il prolasso.

Nello specifico, il pavimento pelvico non è altro che l’insieme dei muscoli situati nella zona pelvica e nella parte inferiore dell’addome: rientrano fra questi la vescica, l’intestico e l’uretra.

Nel caso delle donne, anche l’utero.

Inizia, il muscolo pubococcigeo che si trova tra l’ano e i testicoli, è deputato al controllo della minzione.

Isolalo, contraendo i muscoli, al fine di bloccare il flusso dell’urina. Le operazioni vanno ripetute fino a quando gli esercizi non vengono svolti in maniera naturale.

In seguito, ripeti l’esercizio non solo quando sei in bagno, ma anche durante la giornata.

Di volta in volta, dilata i tempi di contrazione.

Se ti sei allenato in maniera costante e graduale, dopo un mese e due settimane, dovresti essere in grado di contrarre i muscoli pubococcigei per 20 secondi alla volta.

Per ottenere progressi, appoggia un asciugamano o un fazzoletto bagnato sul pene in erezione.

Se riesci ad alzarlo o abbassarlo intenzionalmente, vuol dire che tutto fila liscio come l’olio.

 

Problemi? Risolvili in questo modo

 

rimedi per durare di più a lettoSe ti trovi in una situazione, dove non riesci a soddisfare il tuo partner perché l’eiaculazione arriva in anticipo, facendo terminare in fretta il rapporto, o se il tuo orgasmo è immediato,

Non riesco a soddisfare la mia compagna come vorrei perché l’eiaculazione arriva troppo in anticipo e fa finire tutto troppo in fretta

Come puoi intuire, gli esercizi di Kegel sono quindi assai semplici da eseguire.

 

Gli esercizi di Kegel si rivelano fondamentali per combattere l’eiaculazione precoce e durare di più a letto, oltre ad ulteriori benefici per il corpo.

Tuttavia, prima di eseguirli, è sempre opportuno che tu senta il parere del tuo andrologo o del tuo ginecologo di fiducia