La settimana di Mauro Laus

Giu 15, 16 La settimana di Mauro Laus

Intensa settimana quella appena trascorsa dal Presidente del Consiglio Regionale Piemonte, settimana passata tra incontri istituzionali di altissimo livello, gruppi di lavoro per appianare le criticità cittadine e convegni di alta valenza simbolica.

L’incontro del Presidente con il nuovo prefetto di Vercelli

Il presidente del Consiglio il 24 Maggio ha incontrato il nuovo prefetto di Vercelli, Maria Rosa Trio. Durante la chiacchierata che ne è seguita il Presidente ha voluto dare il benvenuto all’alto esponente del governo, congratulandosi per la carica raggiunta. Insieme al prefetto, Laus ha analizzato le emergenze che nel passato sono avvenute nel circondario, le due alte figure istituzionali hanno preso l’impegno di lavorare nel futuro in sinergia, in maniera tale da poter semplificare la vita dei cittadini piemontesi. Maria Rosa Trio ha assunto la carica nei giorni scorsi, la donna proveniva dalla citta di Palermo e si è detta contentissima della nuova destinazione assegnatagli

Mauro Laus e l’ospedale di Omegna

Laus ha presieduto un incontro con i rappresentanti del comitato a difesa dell’ospedale di Omegna. La struttura che è a rischio chiusura viene difesa strenuamente da molti cittadini, una delegazione di essi è stata ricevuta a palazzo Lascaris, nella sede della Regione Piemonte, allo scopo di poter fare il punto della situazione. Laus pur condividendo la preoccupazione per la chiusura paventata del presidio ospedaliero, ha voluto sottolineare come qualsiasi azione di protesta debba essere fatta nel solco della legalità. Il presidente con il suo equilibrio ha riconosciuto inoltre che la razionalizzazione dei costi sanitari, non può lasciare gli abitanti senza quell’assistenza medica che oltre a essere basilare, è finanche costituzionalmente riconosciuta.

La presenza di Laus al convegno “Scuola e resistenza alle narrazioni dello Stato islamico e dell’islamofobia”

L’attenzione del presidente Mauro Laus per l’integrazione è stata sempre ai massimi livelli, in questo contesto l’alto esponente politico ha voluto aprire i lavori del convegno organizzato dal Comitato regionale Piemonte per i Diritti umani, sottolineando come si potrebbero evitare nel futuro episodi di radicalizzazione grazie ad un maggior lavoro di integrazione, lavoro che deve passare prioritariamente dagli istituti scolastici. Solo all’interno di essi si potrà avere la certezza di una multiculturalità coerente con i principi di libertà e giustizia, veicolati dalla nostra democrazia, e valore fondante di ogni società civile che si rispetti. Al termine dei lavori Laus, insieme agli altri relatori, ha proceduto alla premiazione di alcuni lavori multimediali, presentati dai tanti studenti che hanno partecipato all’evento.