Investigatore privato: quanto costa?

Dic 28, 16 Investigatore privato: quanto costa?

L’investigatore privato è una figura molto diffusa, che si contrappone per alcune caratteristiche peculiari alle forze dell’ordine, nonostante il lavoro di entrambi sia pressoché simile. L’attività di indagine sia della polizia giudiziaria che dell’investigatore privato si estrinseca nella necessità di rinvenire prove che accertano o contestano una presunta situazione. La polizia giudiziaria, nello specifico, ha una funzione amministrativa: le investigazioni svolte dagli agenti appartengono ad una fase propedeutica ed essenziale nell’esercizio dell’azione penale (le prove raccolte servono a verificare o meno la colpevolezza di un soggetto e la commissione di un reato).

L’investigatore privato, al contrario, è un comune cittadino, dotato di particolare licenza che lo legittima all’esercizio dell’attività di investigazione. Senza il possesso della predetta licenza, rilasciata dalla prefettura italiana, non sarà possibile procedere con le investigazioni, e le prove raccolte non saranno valide ai fini processuali. La licenza sarà rilasciata al seguito del rispetto di alcuni requisiti minimi di qualità e di servizio circa l’organizzazione dell’attività (stabiliti dal D.M n. 269 del 2010) e dalla frequentazione di un corso di aggiornamento obbligatorio per gli investigatori privati, necessario anche durante il rinnovo della licenza.

 pp_stalking

Poteri e limiti dell’investigatore privato

L’investigatore privato deve svolgere le indagini rispettando alcune norme fondamentali contenute nel codice penale. Ad essere tutelati sono una serie di diritti inerenti alla sfera privata e alla dignità di chi è oggetto di un’investigazione. Le prove acquisite nei limiti delle disposizioni penali potranno essere ammissibili in sede processuale. Fra le norme più importanti è necessario ricordare la violazione del domicilio. I pedinamenti e gli appostamenti eseguiti dall’investigatore servono a studiare le abitudini, analizzando comportamenti sospetti e cerchie di persone frequentate.

Gli appostamenti e i sopralluoghi potranno avvenire in zone come strade comunali, parchi, aree e locali pubblici, evitando palazzi e fabbricati di proprietà privata. Ulteriori limiti sono rinvenibili nelle norme che disciplinano le interferenze illecite nella vita privata, le intercettazioni non autorizzate, la molestia ed il disturbo personale, e, non da ultimo, la tutela della privacy. L’investigatore potrà certificare le prove raccolte con foto, video, con estratti di documenti che dimostrano la posizione debitoria di un soggetto o il possesso di beni pignorabili, il tutto rispettando le procedure volte ad ottenere specifiche autorizzazioni o a tutelare i dati sensibili.

Quali sono le investigazioni principali

Le attività degli investigatori privati sono molteplici e differenti fra loro, ma possono essere classificate in due categorie: le investigazioni private e le investigazioni aziendali. Entrambe hanno come fine ultimo la ricerca di una serie di prove che potranno sostenere una tesi probatoria, avanzata da chi presume l’esistenza di una determinata situazione. Un coniuge può sospettare l’infedeltà del partner, o che un figlio frequenti cattive amicizie; mentre un imprenditore potrebbe intuire che uno dei suoi dipendenti stia facendo spionaggio industriale a danno dell’azienda. La differenza è nella modalità con cui le prove possono essere ricercate. Il tradimento potrebbe essere attestato da una serie di foto acquisite con il pedinamento, mentre il fallimento di un’azienda si proverebbe anche con un’attenta analisi dei documenti contabili.

Investigazioni private: aspetti principali

Le investigazioni private coinvolgono generalmente l’ambito del Diritto di Famiglia, verificando la violazione di un diritto da parte di uno o più membri del nucleo familiare. Non si tratta solo di accertare l’infedeltà di un partner, quanto piuttosto di indagare su situazioni delicate che potrebbero minare l’integrità psicofisica di una persona. Si pensi ai casi di stalking, alla pedopornografia, al bullismo e all’assunzione di sostanze stupefacenti. La realtà virtuale e sociale è intrisa di soggetti pronti a catturare nelle proprie reti individui deboli, innescando meccanismi subdoli finalizzati a plagiare o a destabilizzare un minore.

Investigazioni aziendali: caratteri essenziali

Le investigazioni aziendali, al contrario, sono rivolte alla tutela dell’attività commerciale, appurando la presenza di conflitti di interessi da parte di lavoratori, soci, collaboratori. L’imprenditore può verificare se siano stati rivelati segreti aziendali, se l’assenza di un dipendente sia giustificata, potrà accertare che il bilancio sia frutto di un’attività contabile seria e onesta, oppure ottenere un supporto utile nella gestione dei crediti, finalizzato alla tutela del patrimonio aziendale.

Investigatore privato: quanto costa un servizio di investigazioni?

L’attività di un investigatore privato si estrinseca in una serie di servizi legati alla tipologia di indagine che andrà ad eseguire. A seconda se si tratti di un’investigazione privata o aziendale, le tariffe possono cambiare. Il contributo spettante ad un investigatore è influenzato dalla complessità delle indagini, perché la semplice ricerca di una prova, acquisibile utilizzando banche dati accessibili, è ben diversa da un esame effettuato mediante l’uso di software elettronici, visure, di mezzi sofisticati.

Il compenso di un investigatore è solitamente stimato in base alle ore impiegate per ottenere le prove richieste dal cliente: è il caso di un pedinamento, di un appostamento, di una ricerca elettronica, di un sopralluogo. Ad esse andranno affiancate le spese sostenute per lo svolgimento dell’investigazione. L’attività potrebbe richiedere poche ore, o giorni consecutivi prima di acquisire gli indizi richiesti.

Nell’ambito delle investigazioni aziendali, oltre alle indagini svolte per accertare la presenza o meno di un’azione sleale, i costi potrebbero comprendere l’eventuale creazione di un servizio personalizzato orientato alla tutela finanziaria dell’azienda: gestione dei crediti, verifica del merito creditorio di un cliente, accesso alle banche dati e ai registri CRIF. Infine l’investigatore privato può offrire singoli servizi connessi all’ottenimento di informazioni commerciali: ad esempio le visure catastali o ipotecarie, la verifica anagrafica della residenza, la realizzazione di report standard ed analitici per verificare l’affidabilità di una persona fisica o giuridica.

Tariffe di un investigatore privato a Milano

I costi di un investigatore privato a Milano possono essere espresse sotto forma di compenso orario, giornaliero o sulla base dei singoli servizi richiesti dal cliente. P&P investigazioni propone differenti compensi per ciascuna tipologia investigativa, il cui tariffario varia in base al tempo impiegato o alla prestazione richiesta dal cliente. Sarà possibile comunque ottenere un preventivo, inglobando tutte le attività propedeutiche al tipo di investigazione richiesta.